Apriporta in stampa 3d o laser

In questo articolo vogliamo condividere con tutta la comunità maker un progetto che si sta diffondendo in rete, al fine di ridurre il contagio da coronavirus.

VIDEO. Il Coronavirus si trasmette così: l'infettivologo Bassetti ...

Un elemento di trasmissione del COVID-19 è attraverso le superfici che tocchiamo: maniglie delle porte, pulsanti di ascensore e campanelli di ingresso sono elementi che tocchiamo con naturalezza, ma se toccati con mani non pulite o le superfici non regolarmente pulite potrebbero essere un vettore. Questo in particolare per i soggetti immunorepressi.

A questo scopo, sia per offrire uno strumento utile a questi soggetti ma anche per le unità di soccorso, abbiamo realizzato in laboratorio una “chiave” apri-porta universale, seguendo uno dei trend della community maker.

Ha 3 funzioni principali:

  • Evitare il contatto con le maniglie delle porte;
  • Permettere la chiusura delle porte, in particolare nei bagni pubblici;
  • Permettere di suonare campanelli, premere pulsanti ed interruttori.

Per realizzare questo elemento abbiamo sfruttato le due tecnologie disponibili in laboratorio, ossia la stampa 3D ed il taglio laser.

STAMPA 3D

Il sito thingiverse ha un’infinità di soluzioni disponibili compilando la riga di ricerca .

Tra queste, la soluzione che abbiamo trovato più innovativa è quella proposta da AndiBI denominato Corona Door Opener , un modello ergonomico ed ottimizzato

La fessura presente tra i due denti è utile per chiudere anche con le chiavi più sottili.

FILE



Quest’opera è stata rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale. Per leggere una copia della licenza visita il sito web http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/.


TAGLIO LASER

Abbiamo adattato il modello concepito per la stampa 3D per velocizzare la produzione dell’apri porta. Infatti con il solo taglio laser si riesce a realizzare un singolo elemento in meno di 2 minuti (senza incisioni).
Realizzando i modelli in gruppo si riesce ad ottimizzare la lastra, riducendo gli sfridi a 2 gettoni ed un un’area minimale (i gettoni possono esser recuperati come numerini di ingresso recuperabili ed igienizzabili)

Il modello può esser personalizzato, ed essendo la nostra associazione di Bergamo abbiamo adottato il tag #molamia! , la campagna nata con l’intento di sensibilizzare la nostra Comunità incitandola a non arrendersi.

#MolaMia!

Di seguito vi lasciamo i file da noi editati per la realizzazione degli intagli e le impostazioni del profilo usato.

FILE

Licenza Creative Commons
Apri-porta di FabLab Bergamo – Luca Sarga è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.

FabLab Bergamo ha iniziato a produrre una serie di questi apri-porta per consegnali agli ospedali locali a titolo gratuito, al fine di esser di supporto alle attività ospedaliere ed ambulatoriali, oltre che alle unità di soccorso.

RICHIESTE

Se sei una struttura ospedaliera, una RSA, un comune che è interessato all’elemento contattaci. Cercheremo di venire incontro alle richieste delle varie strutture.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.Privacy Policy di FABLAB BERGAMO

Chiudi